Amministratore di una società: quali sono le sue responsabilità?

amministratore societaEssere amministratore di una società comporta delle responsabilità molto importanti e volte molto gravose. Andiamo subito a scoprire, dunque, quali sono le principali.

L’amministratore di una società risponde di qualsiasi attività connessa con la conduzione dell’impresa da lui diretta; quindi ad esempio risponde dei danni derivanti dalla sua gestione causati nei confronti dei terzi, dei creditori, dei singoli soci, della società stessa.

La società ha modo di intraprendere un’azione di responsabilità contro i suoi amministratori a seguito di un processo di deliberazione dell’assemblea.

In simili circostanze non si sono previste delle maggioranze specifiche affinché l’azione di responsabilità possa essere attuata; tuttavia una maggioranza qualificata comporta conseguenze differenti.

Nello specifico, se la deliberazione viene presa con un voto pari ad almeno un quinto del capitale sociale, la carica degli amministratori viene revocata immediatamente e si può procedere con l’effettuazione delle nuove nomine; se tale soglia non viene raggiunta gli amministratori hanno modo di continuare l’attività anche nel mentre sono sotto giudizio.

Molto interessante è inoltre conoscere la responsabilità dell’amministratore in caso di violazioni di carattere tributario. A seguito di recenti modifiche del sistema legislativo, attualmente le sanzioni amministrative possono riguardare esclusivamente la persona giuridica, non la persona fisica, e quindi l’amministratore, responsabile di tali illeciti.

Fanno eccezione, in tal senso, gli enti privi di personalità giuridica, ovvero le società di persone: in simili circostanze infatti è molto frequente che la proprietà, la quale trarrebbe quindi vantaggio dall’illecito fiscale, coincida con l’amministrazione, quindi con chi si rende protagonista dell’irregolarità.

In caso di illeciti penali connessi alle dichiarazioni fiscali, quindi ad esempio in caso di dichiarazioni fraudolente, come ad esempio la produzione di false fatture, l’amministratore risponde direttamente e personalmente.

Da questo punto di vista è interessante sottolineare che l’amministratore è chiamato a rispondere anche nel caso in cui si sia interpellato un professionista esterno per la gestione fiscale dell’impresa.

Il presidio di controllo è rappresentato nelle società di capitali di dimensioni non ridotte dal collegio sindacale, il quale di conseguenza sarà chiamato a rispondere in casi di omissione o negligente controllo della gestione amministrativa della società.

A presto! L’avvocato sempre con te


Hai trovato interessante questo articolo?
1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 4,00 out of 5)
Loading...
Chiedi una consulenza
Ricevi notizie ed approfondimenti legali con la newsletter di Studio Legale Bordogna
close-image